Libreria divisoria – come e perchè!

Scopriamo insieme la libreria divisoria

Dato che le librerie divisorie sono capaci di creare una stanza dove prima non c’era senza ricorrere a opere in muratura, vi proponiamo 9 modi furbi per utilizzare la libreria bifacciale in casa.

  • Filtrare visivamente la cucina dal soggiorno in un open space.
  • Ricreare un angolo lettura all’interno del living.
  • Dare vita ad un attrezzato spazio home office.
  • Creare un corridoio organizzato tra la zona notte e la zona giorno.
  • Frazionare la cameretta dei ragazzi, dando a ogni figlio i propri spazi.
  • Mascherare in camera da letto il guardaroba posto nella cabina armadio.
  • Aumentare la fruizione di un monolocale, movimentandone la dinamicità.
  • Fungere da “parapetto” alla scala interna.
  • Diventare il separé della vasca a libera installazione posta in camera.

Se si dispone in casa di un ambiente a più destinazioni d’uso, un’idea intelligente per arredare gli spazi è quella di dotarsi di una libreria passante, che si comporti come un muro divisorio, ma a differenza di questo capace di attrezzare e ordinare con eleganza.

Le librerie divisorie sono importanti mobili contenitori della zona giorno, nate per esporre e accogliere, ma anche per organizzare la distribuzione della casa. Vediamo dunque vantaggi della libreria bifacciale.

  • Arreda e al contempo separa ambienti a diversa funzione.
  • Separa senza chiudere gli spazi, originando dinamicità e movimento all’interno della casa.
  • Si lascia attraversare dalla luce, fattore determinante quando si ha a che fare con un open space dotato di un unico affaccio esterno.
Invia tramite WhatsApp